CALTAGIRONE: LA CITTÀ CHE VIVE LA CERAMICA

CALTAGIRONE: LA CITTÀ CHE VIVE LA CERAMICA

Comment: 0 Hit: 400

Il primo era blu. Poi venne il verde, il giallo e solo molto più tardi il rosso. Questi sono i colori, in ordine di apparizione, delle ceramiche di fama mondiale di Caltagirone

Il primo era blu. Poi venne il verde, il giallo e solo molto più tardi il rosso. Questi sono i colori, in ordine di apparizione, delle ceramiche di fama mondiale di Caltagirone. Non un'altra città in Sicilia fa più uso di piastrelle e colori come questa.

Nel mio laboratorio di ceramiche nel centro di Caltagirone spiegai la storia dei colori e altri aneddoti al viaggiaotre curioso. All'inizio era titubante - forse sospettoso come spesso possono essere molti turisti - ma presto condivise la mia conoscenza. Forse è stato non appena ha capito che ero sinceramente interessato a diffondere l'arte della ceramica Calatina.

I colori e le forme della ceramica di caltagirone

Ho fatto notare che la ceramica di Caltagirone come le conosciamo oggigiorno sono manufatti molto colorati. Tuttavia, l'unico colore che era disponibile per i primi artigiani era il blu. Fu solo nel X secolo, sotto l'influenza araba, che la ceramica arricchì la sua tavolozza di colori con il verde (grazie all'uso di ossido di rame) e il giallo. Per il rosso, invece, abbiamo dovuto aspettare la fine del 19 ° secolo.

Per quanto riguarda le forme, è chiaro che in questa città anche l'oggetto più comune è stato trasformato in qualcosa di decorativo. Tuttavia, gli oggetti più caratteristici, se non altro per il loro forte impatto visivo, è la Pigna Caltagirone  di   e le Teste di Moro.
I primi sono oggetti di buon auspicio a forma di pigna. Puoi facilmente riconoscere se sono fatti a mano ripercorrendo il movimento del pollice e l'indice dell'artista mentre fai le foglie.

Commenti post ceramica Caltagirone

Lascia il tuo commento